Comune di Stornara

CONDIVIDI

Stornara è un paese della provincia di Foggia fortemente a vocazione agricola, con circa 6.000 abitanti. Il paesaggio pianeggiante è contornato da vigneti, uliveti e campi di grano.

Comune autonomo dal 1906, insieme ai paesi limitrofi di Stornarella, Orta Nova, Ordona e Carapelle, fa parte dei Cinque Reali Siti, fondati per volontà di Ferdinando IV di Borbone nel 1774 in un territorio fino ad allora proprietà dei Gesuiti. Tale esperimento aveva l'obiettivo di affrontare, attraverso l'ampliamento delle superfici di seminativi, l'incremento demografico del Regno di Napoli. Il cammino di crescita di questi centri è stato complesso e faticoso e solo a partire dalla seconda metà del secolo scorso essi stanno sviluppandosi da un punto di vista economico e culturale, restando comunque essenzialmente a vocazione agricola.

Tra gli eventi che animano il centro urbano rientrano il festival di street art “Stramurales” che vede oggi la realizzazione di circa 80 opere realizzate da artisti provenienti da tutto il mondo, inserendo Stornara tra i 20 paesi italiani con i murales più interessanti, lo “StornaRap” che ha portato artisti di calibro internazionale e “Rosè di Sera”, la notte dei vini rosati di Puglia evento di valorizzazione di uno dei prodotti di punta che traina l’economia regionale.
Seppur priva di prodotti a marchio come le DOP e le IGP, il nostro comune sta lavorando al riconoscimento di un DE.C.O. (marchio di denominazione comunale) per la tutela di alcuni piatti che da oltre 50 anni rappresentano la nostra storia contadina come il cavatello con la rucola, l’orecchietta con i broccoli e i “cicci cotti” o grano dei morti, dolce tipico autunnale.
Il comparto aziendale agricolo è costituito da alcune OP per la trasformazione dei prodotti ortofrutticoli e vegetali, da un oleificio e da 2 cantine di cui una sociale per la produzione e commercializzazione dei vini, specialmente il Nero di Troia, vitigno autoctono.

Quest’anno due preziose notizie per lo sviluppo economico locale: l’inserimento del nostro comune nella via Francigena e la stipula del gemellaggio istituzionale con il comune di Procida, capitale italiana della cultura 2022.